consenso per l’uso dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante "Accetta i cookie" acconsenti all’uso dei cookie

17 Gennaio 2018
 
 Sezione CAI di AMATRICE


 

Anno di fondazione 1995

Indirizzo: Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto
Località: Amatrice (RI)
CAP: 02012
Telefono: 339.4731194
FAX: 
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Web: www.caiamatrice.it

Presidente: Marco Salvetta

Orari di apertura: Il venerdì dalle ore 21:00
    Per il programma sezionale collegati al sito web della sezione
 Info
 ...proviamo ad immaginare come sarebbe bello che coloro che abitano questi monti li conoscano e li frequentino come fossero nelle vie di Amatrice,facciamo una Sezione CAI tutta nostra ... 

Tutto nasce da questo sogno, in una giornata di fine inverno del ’94 ….

La Sezione CAI di Amatrice nasce nel 1995 su impulso di un gruppo di amici e compagni di escursione formato da montanari che già dalla metà degli anni ottanta operavano nell’ambito dell’accompagnamento e della tutela ambientale del territorio dei Monti della Laga, da ex soci appartenenti al disciolto gruppo CAI di Amatrice e da forze nuove avvicinatesi al mondo dei Monti della Laga sul finire degli anni ‘80. Tali soci rappresentano dopo venti anni la maggioranza dell’attuale Consiglio Direttivo.  Le attività che hanno caratterizzato i primi anni di vita della Sezione hanno riguardato i settori che nel momento storico erano prioritarie, ovvero: frequentazione ed accompagnamento in montagna, sentieristica, soccorso alpino. Ciò scaturiva dall’esigenza di far conoscere alla popolazione montana la sua montagna sconosciuta, a creare una rete di sentieri sul territorio del neonato Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, in cui il versante laziale ricade sull’intera versante occidentale dei Monti della Laga nel territorio di Amatrice ed Accumoli. Non ultimo, il soccorso alpino, necessità cogente vista la notevole distanza delle principali stazioni del CNSAS dalla catena dei Monti della Laga, e la frequente attività di soccorso necessaria da alcuni anni condotta in maniera volontaria da soci e non, in un territorio ove il solo avvicinamento presenta grosse difficoltà  specialmente in inverno. La prima fase di vita della Sezione è quindi dominata da tali attività, nel 2001 la Sezione ha già al proprio attivo un affermato programma di escursioni, un evento annuale, la Festa di San Martino divenuto un appuntamento di cartello per l’intero panorama turistico di Amatrice, 140 km di sentieri segnati e tabellati, ed una squadra del soccorso alpino. Seguono anni in cui le attività si ampliano in altri importanti settori: la Tutela dell’Ambiente Montano, le Terre Alte  e , attraverso le scuole, i Giovani. Nel 2001 la Commissione Scientifica della Sezione vara “Tutti I Colori della Laga” un contenitore di cultura ove confluiscono accanto alle immagini della Laga, gli approfondimenti scientifici dei nostri esperti biologi, naturalisti e geologi sugli aspetti delle nostre montagne. Nel 2003 parte un altro importante lavoro che porterà il nostro lavoro sulle Terre Alte a livello nazionale, “La Ricerca dei Segni dell’Uomo sui Monti della Laga” con il Gruppo Nazionale delle Terre Alte ad Amatrice nel 2004. In assenza di una commissione di alpinismo giovanile la Sezione si adopera per portare il CAI direttamente nelle scuole tramite due attività: educazione ambientale a cura della Commissione Scientifica , anche di concerto a progetti quali “Il Parco in Aula”, e l’arrampicata sportiva tramite la squadra del soccorso alpino.

Nel 2011 la Sezione decide di ristrutturarsi per provare a fare il fatidico salto di qualità ed allinearsi ai nuovi tempi. A tal fine viene definito un piano pluriennale che coinvolge tutti i settori propri del Sodalizio, con l’obiettivo di estendere in qualità a quantità le attività della Sezione. Tale piano divenuto uno strumento di lavoro in continuo aggiornamento e contenente quasi cinquanta punti, ha portato la Sezione ad avere un programma attività completo di escursionismo, ciclo escursionismo, seniores, alpinismo giovanile, TAM, sentieri. Il numero dei Soci è passato dai 176 del 2011 ai 276 del 2014, con un aumento molto significativo dei giovani. I progetti cardine di tale piano sono riassumibili nei seguenti:

  • Salaria CAI 150 progetto di valorizzazione del territorio dell’Appennino Centrale di concerto alle Sezioni di Ascoli P, S.B.Del Tronto, Antrodoco, Rieti, Roma, Leonessa, Spoleto, L’Aquila, sott. Monterotondo.
  • Convenzioni per la gestione della rete senti eristica siglate con Comune di Amatrice, Comunità Montana del Velino, Ente Parco Nazionale Gran Sasso- Laga.
  • A Scuola con il CAI : implementazione del protocollo CAI-MIUR
  • Creazione Gruppo di Accompagnatori titolati (escursionismo-ciclo escursionismo-alpinismo giovanile-TAM)
  • Creazione del Punto informativo-Documentale di Preta
  • Tutti I Colori della Laga
  • Censimento degli alberi monumentali , storici del Comune di Amatrice
  • Carta Europea del turismo ecosostenibile in collaborazione con il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti delle Laga
  • Amatrice, carta dei sentieri

Nel 2015 la Sezione compirà i suoi primi venti anni, un traguardo storico che verrà celebrato in modo sobrio intensificando l’attività sul e per il territorio come ci obbliga il nostro stato di Sezione di montagna.

Storico Presidenti della Sezione:

Giuseppe Bacigalupo (1995-2010)

Marco Salvetta (dal 2011 ad oggi)   

 

     
     
     
     

 

torna indietro