consenso per l’uso dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante "Accetta i cookie" acconsenti all’uso dei cookie

17 Gennaio 2018
 
  Rifugio Vincenzo Sebastiani (Velino - m 2102 slm)
 
 
Tipologia: Rifugio
Sezione: Roma
Area:
Anno di costruzione:1922
Tipo di gestione:
Località: Velino (Colletto Cimata di Pezza)
Settore Alpino: Appennino Centrale
Categoria:
Illuminazione:
Apertura: Metà giugno - metà settembre
Gestore: Cooperativa Equorifugio
Cellulare: 368.279463 (da giugno a settembre)
Telefono: 06.298048 - 339.1079741 (d’inverno)
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Posti: Letto:12 - Tavola:22
     
 Info
 

Il rifugio Vincenzo Sebastiani al Colletto di Pezza ha una storia travagliata: progetti, nascite, rinascite. La prima proposta venne avanzata in un’assemblea della sezione CAI di Roma il 18 maggio 1913, dove si propose la costruzione di un rifugio che facilitasse l’escursione sul Monte Velino.

 

Nel 1914 si riparlò in concreto del rifugio quando i soci Gallina e Sebastiani, incaricati da un’apposita commissione, identificarono in un sopralluogo una posizione adatta vicino al Colle del Bicchero, crocevia di tre diversi sentieri. La grave situazione internazionale, le ostilità nell’estate del 1914 e il terremoto della Marsica nel gennaio 1915 portarono ad un’arresto della vita della sezione.

 

La guerra coinvolse tutti i singoli soci: l’Ing. Vincenzo Sebastiani si distinse nelle azioni al fronte che gli procurarono due medaglie d’argento. Nel 1919 E. Sebastiani, padre del caduto V. Sebastiani, con una generosa donazione riportò l’attenzione sul progetto, che nel frattempo aveva subito dei cambiamenti della posizione per via del difficile accesso nei mesi invernali.

 

La nuova commissione propose il Colletto di Pezza come sito idoneo per la nuova costruzione il 24 giugno 1921.

Il 22 ottobre 1922 alla presenza del sindaco di Ovindoli, dei consiglieri, di trenta soci di Roma ebbe luogo l’inaugurazione del rifugio.

     
     

 

torna indietro