consenso per l’uso dei cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY. Cliccando sul pulsante "Accetta i cookie" acconsenti all’uso dei cookie


16 Dicembre 2018

news sentieri cai centrale

Sentieri: il Club alpino italiano all'opera per uniformare le reti a livello nazionale

Il completamento della Rete escursionistica italiana – una sorta di unione delle reti di sentieri regionali e locali – un Marchio di Qualità CAI per le realtà sentieristiche di eccellenza e unsistema informativo che permetta di mettere in rete e divulgare le informazioni territoriali e cartografiche di cui dispone il CAI.

Sono questi i progetti a cui il Club alpino italiano, Ente preposto per legge allapianificazione delle reti sentieristiche e alla loro segnatura, sta lavorando per la gestione dei 74.000 km di sentieri presenti in Italia.

Dopo l'incontro nazionale tra i referenti della sentieristica CAI avvenuto a Rimini il fine settimana del 22 e 23 febbraio, è emersa la volontà di non delegare esclusivamente alle Sezioni CAI sparse su tutto il territorio nazionale la manutenzione dei sentieri, la pianificazione delle reti sentieristiche e la loro integrazione nell'economia del territorio. Anche dalla Sede centrale del Sodalizio è indispensabile e necessario un impulso alle tante iniziative sparse sul territorio.

Il sentiero rende il CAI un interlocutore ancora più importante per i territori”, ha dichiarato il Presidente generale Umberto Martini. “Sta a noi gestire le reti di sentieri e creare le alleanze a livello nazionale e locale per assicurare valore ai percorsi, in termini di struttura e di sicurezza”.

Per raggiungere questi obiettivi un primo passo vuole essere la certificazione della qualità delle reti sentieristiche italiane. “Il CAI intende offrire il proprio know-how culturale, tecnico e scientifico, per certificare la qualità degli itinerari sentieristici italiani”, ha dichiarato Pier Giorgio Oliveti, componente del Tavolo tecnico Sentieristica e Cartografia del CAI. “La procedura prevede una verifica periodica degli standard di qualità dichiarati e dei processi di qualità applicati agli itinerari escursionistici su sentiero in base a determinati criteri prefissati”.

L'articolo prosegue su: http://www.loscarpone.cai.it/news/items/sentieri-il-club-alpino-italiano-allopera-per-uniformare-le-reti-a-livello-nazionale.html

twitter

Da oggi anche su Twitter puoi trovarci ..... Il C.A.I. Lazio ti segue

https://twitter.com/CDRLazio

 

Summit

SOLO SUMMIT

Sempre più propositivo sul piano degli eventi e delle iniziative culturali, il CAI di Rieti  dà il via alla Va edizione di Montagne nel cuore. Percorsi di cultura in montagna, con il patrocinio del Comune di Rieti e della Fondazione Varrone, in collaborazione con Trentofilmfestival,  Itas e Montura.

Questo anno Montagne nel cuore si intitola “SOLO SUMMIT.  I vertici della montagna”.  L’obiettivo è di mostrare il meglio delle idee creative e originali che sono dietro il concetto di montanità superando gli stereotipi. Insomma: ben più che Alpinismo. La montagna, luogo della tradizione, di un habitat legato ad una dimensione del tempo che scorre con  lentezza, ma anche di uno spazio apparentemente fisso e immobile, è restituita da artisti, fotografi, scrittori, pensatori e alpinisti con un senso diverso, come luogo di idee moderne che trasformano il senso della nostra vita pur nel pieno e totale rispetto dell’ambiente. Dice bene l’antropologo Annibale Salsa, già Presidente Generale del CAI: “quando in montagna non vi è quasi più niente da scoprire dal punto di vista oggettivo, la scoperta diventa introspettiva e psicologica”. I sette appuntamenti (ingresso gratuito), da febbraio a ottobre in città e a Terminillo, rispondono a diversi tipi di curiosità ed interessi. I film di montagna sono in collaborazione con la celebre manifestazione internazionale  TrentofilmFestival e con la Cineteca Centrale del CAI. E’ stata ben accolta dal pubblico la serata d’apertura in cui è stato proiettato un bel documentario dello zoologo reatino Roberto Palozzi (autore di film per Geo & Geo e per l’Arca di Noè) sul trekking someggiato, a cui è seguito il poetico film su Mauro Corona “L’uomo di legno”. Il 1 marzo alle 17 presso l’Auditorium Varrone due ospiti d’eccezione a Montagne nel cuore, scrittori notissimi a livello internazionale: Mauro Corona e Erri de Luca. Amici e entrambi arrampicatori parleranno degli alberi delle montagne. Un evento straordinario per ricordare il secolare Acerone del Monte Terminillo distrutto da vandali. Il15 marzo  al Comando Polizia Municipale, dalla Spagna lo straordinario film “Pura vida” che racconta la storia vera e recentissima di una spedizione internazionale di soccorso su una delle montagne più impervie dell'Himalaya. In primavera è in programma l’incontro da non perdere con il celebre scrittore Michele Serra, reduce dal vastissimo successo di pubblico con il suo libro Gli sdraiati e amante da sempre dell’escursionismo sulle Alpi.  Il 21 giugno sarà la volta del fotoracconto del team della spedizione internazionale alpinistico-culturale sul Kanchenzonga, III vetta più alta del pianeta; la squadra (CAI Rieti e Montecchio di Vicenza, con alpinisti del Perù e dell’India) partirà il 12 aprile e tenterà una via inedita. Il 3 agosto intera giornata a Terminillo con il Soccorso Alpino e Speleologico per “gustare i rifugi”, con musica e prelibatezze gastronomiche  in occasione della festa dei rifugi di cultura. Infine Montagne nel cuore chiuderà il 25 ottobre con la presentazione dei racconti dell’Appennino, un libro che raccoglie 19 storie inedite di diversi autori, ambientate anche sul Terminillo. Per info: wwwcairieti.it